MAN_Museo d'Arte Provincia di Nuoro

Sezioni principali del sito

Sabato 11 Dicembre - XVII edizione della Giornata del Contemporaneo AMACI

11.12.2021

Armin Linke per la Diciassettesima Giornata del Contemporaneo, Jurong Bird Park, Singapore, 1999–2021

 

In occasione della diciassettesima edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, sabato 11 dicembre 2021, il MAN di Nuoro invita l’artista Sonia Leimer a un talk in remoto con il direttore del museo Luigi Fassi sulla mostra Sonia Leimer. Via San Gennaro. La conversazione sarà accessibile tramite il sito e la pagina Facebook del museo e rimarrà fruibile anche nei giorni successivi all’11 dicembre.

*******

Sabato 11 dicembre torna la Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, che da diciassette anni coinvolge musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’artista per raccontare la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese.

La diciassettesima edizione, che si svolgerà sul territorio nazionale sabato 11 dicembre 2021, torna finalmente in presenza mantenendo però un formato ibrido, che garantirà lo svolgimento su un doppio binario per favorire la partecipazione con proposte online e offline. L’iniziativa avrà come fil rouge il tema del performativo in riferimento non solo all’esperienza della corporeità del performer sulla scena, ma soprattutto all’urgenza di ripensare nuove dinamiche di interazione con il pubblico attraverso la condivisione dello spazio. Il tema del “performativo” è stato individuato per la sua capacità di essere catalizzatore e attivatore di relazioni e azioni che possono generare nuove forme di coinvolgimento di pubblici e aumentare l’impatto sociale del museo nella comunità di riferimento.

Dopo la sospensione del format ordinario dello scorso anno, causata dalle ripercussioni dovute all’emergenza sanitaria, i Direttori dei musei associati hanno deciso di affidare nuovamente a un artista la realizzazione dell’immagine guida della manifestazione, scegliendo Armin Linke (Milano, 1966) come rappresentante di questa edizione simbolo della ripartenza.

L’11 dicembre i musei AMACI e tutte le realtà aderenti alla Giornata del Contemporaneo apriranno gratuitamente al pubblico i loro spazi con ingressi contingentati, nel massimo rispetto delle restrizioni vigenti, affiancando all’apertura fisica progetti e attività digitali.

Il progetto Via San Gennaro di Sonia Leimer è vincitore della quarta edizione dell’Italian Council (2018), concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del MiC-Ministero della Cultura per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo, finanziando nuove opere di alcuni dei più significativi artisti italiani in collaborazione strategica con istituzioni museali italiane e internazionali. In questa occasione il MAN ha sviluppato un percorso di sostegno a Sonia Leimer in partnership con l’International Studio & Curatorial Program (ISCP) di New York - uno dei più affermati incubatori di produzioni innovative di arte contemporanea a livello globale - dove il progetto è stato presentato in anteprima dal settembre 2019 al gennaio 2020 a cura di Kari Conte e Luigi Fassi. 

Nel suo lavoro Sonia Leimer, nata a Merano nel 1977 e residente da diversi anni a Vienna, affronta da sempre tematiche sociali e antropologiche incentrate sull’investigazione di spazi metropolitani, metamorfosi sociali e trasformazioni urbanistiche. L’analisi delle grandi città, osservate nella loro dimensione di infrastruttura ad alta densità abitativa, è un elemento di continuità nelle sue ricerche artistiche.   

Via San Gennaro è l’esito di una residenza intensiva di diversi mesi dell’artista a New York. Nel corso del soggiorno Sonia Leimer ha condotto una ricerca sulle memorie italiane di Little Italy a Manhattan, quartiere newyorchese simbolo della storia della migrazione italiana negli Stati Uniti, in particolare dalle regioni meridionali e mediterranee, crocevia di destini individuali e collettivi tra il Novecento e il nuovo millennio.

Articolata in opere scultoree, video e disegni, la mostra è una ricognizione di un insieme di tracce, fenomeni e sedimenti urbani capaci di raccontare le trasformazioni di Little Italy assieme all’inesorabile sparizione delle memorie italiane. La mostra prende titolo dalla celebrazione della Festa di San Gennaro che dal 1924 ha luogo a Little Italy ogni anno a settembre.

La mostra è accompagnata da un ampio catalogo edito con ISCP e Mousse Publishing e corredato da saggi critici di Alessandra Cianchetta, Kari Conte e Luigi Fassi.

Realizzato dal MAN grazie al supporto del progetto Italian Council, Via San Gennaro porta avanti due linee guida fondamentali del programma attuale del museo – sostiene Luigi Fassi, direttore del MAN e curatore della mostra - quali la volontà di continuare a commissionare nuove opere ad artisti contemporanei, rafforzando il ruolo di committenza del MAN, assieme all’intenzione di esplorare il territorio del Mediterraneo nei suoi rapporti con il mondo globale. Grazie alla capacità del lavoro dell’artista di connettere il mondo atlantico con le sponde italiane del Mediterraneo, la ricerca di Leimer sulle memorie della migrazione italiana nel quartiere di Little Italy è un prezioso contributo artistico all’attività perseguita dal MAN in questa fase.

Multimedia

Condividi su:

Home  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits  |   ConsulMedia 2014