ita  |   eng  |  

MAN_Museo d'Arte Provincia di Nuoro

Sezioni principali del sito

In programma: Michele Ciacciofera. Emisferi Sud

01.12.2017

Il Museo MAN è lieto di annunciare l’apertura della mostra Emisferi Sud di Michele Ciacciofera, a cura di Bonaventure Soh Bejeng Ndikung. 

Partendo da un approccio antropologico, la ricerca artistica di Ciacciofera ruota intorno all’universo del Mediterraneo focalizzandosi su tematiche riconducibili ai suoi luoghi d’origine - la Sardegna e la Sicilia in particolare – che l’artista rilegge nel loro aspetto storico e culturale, politico e sociale, attraverso l’uso di differenti media artistici che spaziano dalla pittura alla scultura, dal disegno all’installazione e al suono. 

Il progetto realizzato per il Museo MAN ha come tema di fondo la dimensione sociale e culturale, storica e attuale del macrocosmo mediterraneo. Un mare i cui popoli hanno da sempre tessuto relazioni di ogni tipo, dando vita a un amalgama di etnie, linguaggi, sapori, leggende e tradizioni. Culla di civiltà millenarie, luogo di transiti, di scambi commerciali e culturali, ma anche di guerre e di conflitti, così come oggi di migrazioni e naufragi, il Mediterraneo diventa, nella visione dell’artista, metafora di un nuovo umanesimo per la creazione di valori sociali, politici e culturali alternativi. 

In particolare Emisferi Sud è la sintesi di due progetti “Janas Code” e The Density of the Transparent Wind, recentemente presentati alla 57ma Biennale di Venezia e a Documenta 14 di Kassel e Atene. Il primo, in cui la dimensione dell’arcaico e del contemporaneo trovano un punto di incontro, è il frutto di una ricerca sulle “Domus de Janas”, grotte di epoca neolitica rese leggendarie nella tradizione popolare e letteraria sarda, che l’artista concettualmente sintetizza e reinterpreta. 

Il secondo, l’installazione sonora realizzata in occasione di Documenta 14, rimanda invece all’attività dei pescatori in Sicilia, al loro rapporto con la natura e soprattutto alla dimensione solidale che caratterizza la loro vita anche rispetto alle grandi criticità del mondo contemporaneo e del Mediterraneo in particolare. Le riflessioni sul mare e sulle attività umane correlate a esso vengono in questo lavoro analizzate attraverso un prisma antropologico, tramite registrazioni di voci, rumori e suoni che, manipolati digitalmente e ritmicamente, danno esito a una composizione astratta capace di raccontare la complessa esperienza del mare e della convivenza attraverso il lavoro. 

Al MAN Ciacciofera presenterà due installazioni inedite facenti parte dei suddetti progetti, che sintetizzano e convogliano su un unico piano di lettura le due diverse ricerche, nell’intento di aprire a una riflessione complessiva sulla storia del Mediterraneo e dei suoi confini. 

Michele Ciacciofera (Nuoro, 1969) attualmente vive e lavora a Parigi dopo la formazione in scienze politiche, antropologia e sociologia a Palermo e aver frequentato lo studio di Giovanni Antonio Sulas a Nuoro. Numerose le esposizioni nazionali e internazionali, sia collettive che personali, tra cui: Janas Code, 57° Biennale d’Arte di Venezia, “Viva Arte Viva”, 2017, The Density of the Transparent Wind,  Documenta 14 Kassel/Atene 2017, Enchanted Nature, Revisited, CAFA MuseumPechino 2016, Nel Mezzo del Mezzo, Museo Riso, Palermo 2015, What We Call Love – From Surrealism to Now, IMMA Museum, Dublino 2015, I Hate the Indifferent, Summerhall, Edinburgo 2014, Odio gli indifferenti, Palazzo Montalto, Siracusa 2014.

Multimedia

Condividi su:

Home  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits  |   ConsulMedia 2014